Città Fluttuante

Il Dungeon Sotto il Pub - 1x01

I sei eroi si ritrovano tutti a viaggiare, chi per un motivo, chi per un altro, verso l’ignota città-fortezza di Sboria. La città si presenta da fuori ben protetta, grazie alle guardie presenti ad ogni ingresso e gli imponenti portoni di ferro, e probabilmente sarebbe “inespugnabile” se non fosse per gli elementi che vi vivono.

Non una persona al suo interno infatti è stata vista trasportare armi, le stesse guardie sono mal equipaggiate e allampanate, eseguendo semplicemente ciò che viene loro ordinato. Ne fa le spese Levion, il quale giunge in città e nota subito l’enorme quantità di gente omosessuale, oltre alla presenza di una scandalosa locanda chiamata L’Unicorno Frocio. Decide subito di allontanarsi dalla città, ma non gli viene permesso di allontanarsi, con la scusa che il giorno dopo si sarebbe tenuto lo storico evento del “Gay Pride”, che si tiene a Sboria una volta l’anno.

Talarun e Marranzan, compagni di viaggio, giungono a Sboria e provano subito a mettersi in gioco, trovando lavoro alla Locanda. Marranzan non perde l’occasione di sfoggiare le sue doti canore sul palco, mentre Talarun accetta di servire i tavoli, “segando” dei peni giganti da cui esce birra, idromele, acqua e molto altro, per la cifra di 150 MO.

Orson, avendo sentito parlare di un’erba dalle straordinarie capacità curative, si dirige anch’egli a Sboria, e in biblioteca scopre che tale erba è chiamata Erba Sbirulina, e pare che possieda davvero le capacità di cui tanto si parla. È da quasi un secolo, però, che non se ne vede in giro. Orson fa un paio di conti e capisce che qualche elfo avrebbe dovuto ricordare quell’erba, e quindi sapere dove prenderla, o dove si prendeva una volta. Girando e chiedendo informazioni, giunge anch’egli alla Locanda.

Alamir esce dalla biblioteca, poco soddisfatto dalla quantità e dalla qualità dei libri di Arte Arcana in essa contenuti. Giunto in strada, si accorge della straordinaria quantità di belle donne in giro per la città, vestite anche in modo abbastanza provocante, probabilmente rassicurate dalle tendenze degli abitanti del luogo. Dopo aver provato ad abbordarne qualcuna, ma con scarso successo, anch’egli si dirige in locanda, con la speranza di fare qualche nuova “conoscenza”.

Nel frattempo, anche Zaitor prova ad abbordare una ragazza non appena giunto in città, ma viene prontamente scaricato dopo essere giunto alla locanda L’Unicorno Frocio con una di loro, dove attirerà l’attenzione di tutti gli altri PG grazie alla sfuriata della donna che lascerà il suo tavolo urlando. Attirerà inoltre l’attenzione di un incompreso e strano vecchio che si fa chiamare Il Vecchio Baar.

Egli sostiene che sotto la locanda esiste un leggendario posto chiamato Dungeon Sotto il Pub, una volta raggiungibile direttamente dalla Locanda. In quello, a dir suo, ci sarebbero ricchezze, potere, conoscenza e la tanto agognata Erba Sbirulina, che cresce dunque sottoterra. Col tempo, però, l’entrata al Dungeon è stata dimenticata da quasi tutti: ovviamente Baar afferma di ricordare come si fa. Grazie all’aiuto del vecchio, Alamir scopre il reale metodo per entrare nel dungeon: bisogna riempire un lavello speciale nelle cucine della locanda, e poi uscire dalla porta spingendola con una parte del corpo bagnata da quell’acqua.

I sei riescono ad occupare la cucina con uno stratagemma, e proprio mentre i cuochi riescono a sfondare la porta, Orson, l’ultimo rimasto in cucina, varca il passaggio, scomparendo dal luogo.

Il Dungeon Sotto il Pub esiste davvero.

Comments

Vereos

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.